Bonus Alberghi

Il tema già portato alla Vs attenzione in data 7 agosto 2014, merita una ulteriore trattazione.

Si rammenta che il triennio per fruire dell’agevolazione in oggetto, è il 2014-2016 ed il credito di imposta è del 30% delle spese sostenute per interventi edilizi, risparmio energetico ed arredamento di alberghi, residenze turistico-alberghiere e degli alberghi diffusi, esistenti alla data del 1° gennaio 2012.

Il quadro normativo non è tutt’oggi completo, tuttavia il provvedimento dell’Agenzia del 14 gennaio c.a. prevede i termini e le modalità per fruire del bonus. Ad esempio solo per il 2016 gli interventi agevolati comprendono anche gli incrementi di cubatura complessiva. Nel recente provvedimento ha definito l’obbligo per il ministero di comunicare all’Agenzia l’elenco e le variazioni delle imprese beneficiarie.

I beni agevolati sono quelli che derivano da interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e di risanamento conservativo, di ristrutturazione, di eliminazione delle barriere architettoniche e di incremento dell’efficienza energetica. Sono agevolate pure le spese per l’acquisto di mobili e di arredo agli immobili oggetto degli interventi.

Le imprese interessate, inoltrano domanda al Ministero dei beni e delle attività culturali. Per anni 2015/2016, dovrà essere presentata dal 1° GENNAIO al 28 FEBBRAIO dell’anno successivo.

Ottenuto il riconoscimento, il credito di imposta risulta utilizzabile in compensazione, non concorre alla determinazione della base imponibile, ed è usufruibile in numero tre quote annuali