ATTENZIONE ALLA FINE DEL “SUPPORTO”

Stiamo parlando di un sistema operativo (SO), forse il più diffuso che sta giungendo al termine del ciclo di vita. Sul banco degli imputati troviamo WINDOWS XP, nato nel 2001. Ha avuto certamente una vita gloriosa, ma ora si annuncia che la data per la fine del supporto è fissata al 8 APRILE 2014.

Cosa significa fine del supporto? Dobbiamo intendere che a far tempo da quella data Microsoft non fornirà più correzioni automatiche, aggiornamenti o assistenza online. Dunque da tale data diventerà critico l’utilizzo dei computer e dei server, poichè terminata l’assistenza, terminano anche gli aggiornamenti contro gli attacchi di virus, spyware o altre malignità o minacce che arrivano dal cyberspazio.

Perché? Le funzionalità di sicurezza introdotte con Windows XP non sono più sufficienti a contrastare le minacce informatiche che nel frattempo si sono evolute, diventate pericolose e complesse. E’ così che per poter continuare a fornire soluzioni software in grado di garantire livelli di sicurezza e difesa adeguati, Microsoft si è incentrata su un nuovo SO: Windows 8.

Non intervenendo con tempestività, si rischia di esporre il sistema di Information Technology a livelli di sicurezza non più adeguati, che potrebbero incidere sul venir meno della validazione e certificazione del software, con dirette ripercussioni in alcuni settori, sulla efficacia dei sistemi informatici ad amministrare determinati processi aziendali.

Cosa fare?

E’ necessario analizzare il parco macchine e degli applicativi nel suo complesso, per agevolare innanzitutto la salvaguardia dei dati, e la inviolabilità dei medesimi dopo la fine del supporto. Quindi individuare gli apparati che trattano i dati riservati o sensibili rispetto a quelli che non li trattano; individuare le macchine esposte al Web e quindi a maggior rischio rispetto a quelle interne.

Continuare a rimandare gli investimenti in IT, risulta pericoloso per la salvaguardia dei dati propri e dei propri clienti, ricordiamoci che potrebbe intervenire anche la normativa sulla sicurezza dei dati (L. Privacy) circa l’obbligo di messa in sicurezza dei dati in possesso.

Dunque è quanto mai importante affrontare il problema, programmare e far migrare tutti i PC verso un sistema operativo adeguato ai tempi, dotato di tecnologie e funzionalità di sicurezza adeguate alle complessità e pericolosità delle minacce.